Raccolta FAQ: Attenzione! Le informazioni riportate di seguito potrebbero non essere più valide.

Di che cosa si occupa l’Ufficio Diritti Animali?

(Questa informazione potrebbe essere obosoleta) è L’UDA si occupa di esercitare i compiti e le funzioni per la tutela dei diritti animali per favorire le condizioni di coesistenza tra le diverse specie viventi nel senso più ampio del termine, impegnandosi a fronteggiare qualsiasi emergenza legata all’aumento indiscriminato di animali domestici liberi (randagismo) nel territorio del Comune di Roma, a tutelare il patrimonio costituito dagli animali presenti nel Bioparco e a migliorare l’approccio dei cittadini verso gli animali.

Devo iscrivere, e quando, il mio cane all’anagrafe canina?

Devo iscrivere, e quando, il mio cane all’anagrafe canina?
L’iscrizione all’anagrafe canina presso il Servizio veterinario ASL, e la relativa apposizione del microchip sono obbligatorie (Deliberazione della Giunta Regionale del Lazio n. 606 del 2004).
L’iscrizione deve avvenire entro il termine di tre mesi dalla nascita o dall’acquisizione, e lo smarrimento o la morte dell’animale devono essere denunciati allo stesso ufficio entro quindici giorni dall’evento.

Si suggerisce in ogni caso di mettere una medaglietta al collare: i recapiti telefonici costituiscono il mezzo più efficace per riavere il cane in caso di smarrimento.
Per informazioni sull’anagrafe canina clicca qui

Il mio cane/gatto non ha il microchip: cosa comporta?

Per quanto riguarda i cani, la mancata iscrizione all’anagrafe canina è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma compresa tra un minimo di 77,46 ed un massimo di 154,93 euro. Al contrario per i felini non vi è alcuna disposizione, l’unico obbligo è in vigore dal 1 ottobre 2004, e riguarda l’espatrio di un gatto dai confini nazionali: in questo caso è infatti necessario il passaporto europeo ed il microchip.
Per informazione sul microchip clicca qui

Cosa fare in caso di ritrovamento di animale smarrito?

Bisogna avvicinarsi con cautela ed appurare che l’animale sia effettivamente smarrito (controllando ad esempio se porta un collare o una medaglietta identificativa).
Una volta verificata l’effettiva condizione di animale smarrito, si deve denunciarne il ritrovamento presso una forza di Polizia (113) o al Servizio Veterinario ASL (attivo 24 ore su 24 ed obbligato ad intervenire, nei limiti della giurisdizione del Comune di Roma).
L’animale deve quindi essere consegnato ad un canile, una struttura pubblica o privata convenzionata con Enti locali.
Chi consegna il cane ad una struttura pubblica non accompagnato da regolare denuncia, ne diventa automaticamente il nuovo proprietario.