Al momento stai visualizzando Ape o vespa? Come distinguerle

Ape o vespa? Come distinguerle

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Animali
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Arriva la primavera e porta api e vespe

La primavera insieme al primo caldo e al piacere di lunghe passeggiate porta con se anche gli insetti. Anche se alcuni di noi ne sono infastiditi, abbiamo imparato quanto siano importanti per l’eco sistema.
Uno degli insetti più importanti e di cui si discute molto in questi ultimi tempo è l’ape. Fondamentale per la catena alimentare, visto il ruolo che ha nell’impollinazione di piante e fiori, è anche uno di quelli che incute, erroneamente, più timore.
Partendo dal principio di massima cautela, escluse le persone che soffrono di gravi crisi allergiche, l’ape, come tutti gli altri insetti, non costituisce nessun rischio per l’uomo.
Ovviamente non vi invitiamo a infastidire un’ape o un alveare! Dobbiamo solo allontanarci, quando possibile, o evitare gesti inconsulti, scatti o reazioni spropositate. Le api sono solo in cerca di polline, non hanno certo intenzione di pungerti.
Detto questo, come riconosciamo le api dalle vespe, dai calabroni, ecc?
Ci facciamo aiutare dalla pagina Facebook “Scienze Naturali” (che vi invitiamo a visitare su questo link: https://www.facebook.com/ScienzeNaturali)

Immagine pubblicata dalla pagina Facebook https://www.facebook.com/ScienzeNaturali

Ape o Vespa: impariamo a distinguerle

Le api hanno un corpo peloso con colori che vanno dal marrone al nero, mentre il corpo delle vespe NON è peloso e il colore tende al giallo, non al marrone.
Il corpo della vespa si riconosce per il restringimento fra torace e addome (da qui il famoso detto “vitino da vespa”), nelle api è meno marcato, sono più uniformi.
Le api possono pungere solo una volta, visto che l’uso del pungiglione ne causa la morte, mentre le vespe possono pungere più volte.
Per quanto possibile cerchiamo di salvaguardare entrambe le razze e insegniamo ai bambini come evitare punture e a non uccidere questi insetti.

Simile all’ape troviamo il Bombo: dall’aspetto goffo, è tondeggiante, peloso e nel volare fa simpatia. Spesso per le dimensioni incute un certo timore, ma, come l’ape, non è un insetto aggressivo ma risponde solo per difesa. Anche il bombo è un insetto impollinatore, non dimentichiamolo.

Abbastanza diffusa anche la vespa vasaio, tipica per il suo corpo assottigliato al centro, che nidifica facilmente nei pressi di abitazioni. Tipico il nido a mezza otre è un insetto impollinatore. Non è pericoloso per l’uomo.

Il calabrone

E’ la più grande delle veste europee e lo si riconosce per il colore marrone scuro, le strisce gialle, tipiche delle vespe, ma di dimensiono molto maggiori.

Anche se attacca l’uomo solo se minacciato, la sua puntura può essere più pericolosa delle altre e quindi si consiglia di intervenire prontamente.

Api o vespe in casa? A chi rivolgersi in caso di pericolo

Nel caso di alveari vi consigliamo di contattare un apicultore che saprà come intervenire per spostare l’intero sciame senza causare la morte degli insetti.

Nel caso di vespe ci sono ditte specializzate per la disinfestazione e rimozione di nidi di vespe

Alcune letture consigliate:

Foto di christels da Pixnio

Lascia un commento