You are currently viewing Ballottaggio Sindaco di Roma: la posizione di Gualtieri e Michetti sui diritti degli animali

Ballottaggio Sindaco di Roma: la posizione di Gualtieri e Michetti sui diritti degli animali

Ballottaggio e diritti degli animali

Cosa pensano o hanno scritto nei loro programmi i due candidati al ballottaggio per l’elezione a sindaco di Roma sui temi dei diritti degli animali?
Abbiamo letto i loro programmi e abbiamo trovato questo:

Roberto Gualtieri (Csx)

Abbiamo a cuore non solo il benessere delle persone, ma anche quello degli animali. Per questa ragione riattiveremo l’ufficio per i Diritti degli animali e garantiremo l’aumento della ricettività dei canili e gattili.  

Vogliamo poi sviluppare il Bioparco, favorendo la sua conversione in un centro per il recupero di animali selvatici provenienti anche dai circhi.

https://www.gualtierisindaco.it/online/roma-e-tutti-noi/roma-che-funziona/#funziona-ambiente

Roberto Gualtieri ha incontrato le principali associazioni animaliste che hanno avuto modo di presentare e discutere il loro programma. Il candidato sindaco ha apprezzato e riconosciuto l’importanza del tema dei diritti animali.

Più nel dettaglio è possibile trovare a pag. 64 del programma:

Focus: per il benessere animale

Il benessere animale ha un valore di protezione dell’ecosistema e tocca la vita di migliaia di cittadini perché l’animale domestico è sempre di più parte della famiglia. È necessario, dunque, offrire servizi adeguati ai diversi bisogni.

Le nostre proposte

  • Rivitalizzare e riattivare “l’ufficio per i Diritti degli animali” con funzione di monitoraggio e di controllo dell’attuazione del Regolamento sulla tutela degli animali” che preveda al suo interno una figura del Garante degli animali, responsabile anche
  • dell’applicazione delle Strategie Nazionali per la biodiversità che curerà i rapporti con le associazioni del settore, con processi di collaborazione strutturati e ambiti di competenze definiti ”
  • Aumentare la ricettività dei canili e gattili con dignitose strutture di cura e accoglienza, favorendo patti di collaborazione e deleghe in rapporto strutturato con l’associazionismo di settore che punti a favorire e velocizzare l’adozione
  • Sviluppare il Bioparco favorendone anche la funzione di centro per il recupero di animali selvatici provenienti anche dai circhi
  • Costruiremo a Roma il primo grande ospedale pubblico veterinario del Paese nella riserva naturale della Marcigliana

Enrico Michetti (Cdx)

Al punto 21 del prospetto sintetico del programma del candidato del Cdx si apre la sezione dedicata ai diritti animali con:

Roma Capitale e i suoi cittadini nutrono da sempre un grande rispetto per gli animali e la biodiversità, la cui tutela è stata da sempre un modello innovativo da seguire.

https://www.michettisindaco.it/wp-content/uploads/2021/09/prog_sintesi_michetti.pdf

Andiamo a vedere nel dettaglio cosa troviamo scritto nel programma a pagina 120:

Svilupperemo un piano di azioni su diversi fronti:
• Apertura del centro di recupero per animali sequestrati per maltrattamenti e traffico illegale, ovvero un reale Bioparco della Vita e del Rispetto.
• Ristrutturazione del canile sanitario e della parte rifugio della Muratella ampliando gli spazi verdi e realizzando un’adeguata area per accogliere i gatti.
• Attivazione di un numero unico di “Pronto Intervento Animali” nelle segnalazioni di maltrattamenti degli animali con due team di intervento per ogni municipio formati da qualificati agenti della polizia di Roma Capitale, guardie zoofile, volontari delle
associazioni, educatori cinofili, etologi, medici veterinari.
• Un Animal Social Bonus in cibo, cure veterinarie e sterilizzazioni nella forma “una tantum” per le persone in difficoltà economica a causa della pandemia che vivono con un cane o un gatto e in forma annuale per le persone in stato permanente di indigenza, che ne hanno accolti nella loro famiglia.
• Riqualificazione aree verdi dedicate agli animali.
• Microchippatura e sterilizzazione dei cani e gatti di proprietà e promozione delle adozioni.
• Recupero dei branchi di cani da anni stanziali in alcune zone della città per una definitiva soluzione.
• Valorizzazione e messa in sicurezza delle colonie feline.
• Prevenzione e controllo del randagismo e per la corretta gestione degli animali vaganti, ivi compresa la fauna selvatica, in maniera coordinata ed efficace in tutti i comuni dell’area metropolitana.
• Istituzione di un dipartimento per la tutela degli animali con funzioni ispettive, di indirizzo e coordinamento delle attività per l’applicazione del Regolamento comunale tutela degli animali e con la riattivazione di un nuovo ed efficiente Ufficio comunale
tutela animali che risponda alle richieste dei cittadini e sostenga il volontariato.
• Introduzione dell’evento periodico “Il fine settimana per gli animali”, quindici l’anno per ognuno dei municipi della Capitale con il coinvolgimento del volontariato di quartiere, attività per l’aiuto alle persone anziane con animali, la riqualificazione delle
aree verdi per cani, il sostegno alle colonie feline, coinvolgimento degli ambulatori veterinari dei liberi professionisti disponibili e delle attività di toelettatura e vendita cibo per animali, attività educative nelle scuole per il rispetto degli animali.
• Realizzazione di progetti per contrastare l’isolamento sociale delle categorie più deboli di cittadini attraverso la cura degli animali.
• Sgravi fiscali e incentivi per chi adotta cani e gatti.

Conclusioni

Possiamo concludere che entrambe i candidati hanno dedicato la giusta attenzione ai diritti, al benessere e alla cultura del rispetto degli animali che a Roma ha trovato la culla e che negli ultimi anni aveva visto un forte disinteresse da parte dell’amministrazione capitolina.

Ci auguriamo che il prossimo sindaco dia seguito a quanto possiamo leggere in questi programmi, ridando vita e vitalità all’Ufficio Diritti Animali e sostenendo l’attività di tante associazioni.

Lascia un commento